Che cos’è l’Ipoacusia?

che-cos'è-ipoacusia

Indice

Che cos’è l’Ipoacusia? Cosa vuol dire questa parola? Questa domanda me la fanno spesso i Pazienti che entrano nel nostro studio per la prima volta con i referti di una visita appena effettuata dallo Specialista.

Capire l’Ipoacusia è importante per trovare delle soluzioni efficaci, questa patologia può presentarsi all’improvviso, o può anche apparire gradualmente durante un arco temporale prolungato, specialmente se è legata all’età

Continua a leggere questo articolo, ti spiegherò che cos’è l’ipoacusia!

Ipoacusia: definizione e problemi

L’Ipoacusia è una diminuzione della capacità uditiva, che può interessare un solo orecchio o entrambi, ed è dovuto a un danno o alla degenerazione di una o più componenti dell’apparato uditivo.

Questa patologia può incidere sulla vita della persona che ne soffre, viene definito infatti Handicap Sociale quando una persona con Ipoacusia tende a isolarsi dal resto delle persone per difficoltà a capire le conversazioni e a partecipare a dibattiti.

Secondo uno studio della World Health Organization si stima che 466 milioni di persone, il 6,1% della popolazione mondiale, vivono con Ipoacusia.

Quali sono i gradi di Ipoacusia?

L’Ipoacusia non si manifesta allo stesso modo nelle persone, a seconda della gravità può essere suddivisa in quattro categorie:

  • Ipoacusia Lieve: Questo deficit comporta dei problemi nel sentire e comprendere il parlato a basso volume, il parlato lontano o il parlato in presenza di rumori di sottofondo.
  • Ipoacusia Moderata: Questo deficit comporta dei problemi nel riconoscimento del parlato normale, anche a breve distanza.
  • Ipoacusia Grave: Un’ipoacusia grave non è possibile sentire la maggior parte del parlato delle conversazioni.
  • Ipoacusia Profonda: Un’ipoacusia profonda comporta la percezione di suoni ad alta intensità come vibrazioni

Dove trovo il grado di ipoacusia?

Il grado di Ipoacusia viene riportato su un apposito modulo chiamato Audiogramma.

L’audiogramma è un grafico dove vengono riportati i valori dell’udito di una persona, mostra quali frequenze si riesce a sentire e a quale volume.

L’audiogramma aiuta il Tecnico Audioprotesista a capire la gravità dell’ipoacusia e lo aiuta a scegliere il piano protesico adatto alle esigenze del paziente.

Quali tipi di ipoacusia esistono?

Nell’audiogramma, oltre a riportare il grado di ipoacusia, viene identificato anche il tipo di danno dell’apparato uditivo.

In base alla sede del danno si possono riconoscere questi tipi di ipoacusia:

  • Ipoacusia Trasmissiva: Il danno è localizzato nell’orecchio esterno o nelle strutture trasmissive dell’orecchio medio
  • Ipoacusia Neurosensoriale: il danno è localizzato nella coclea (ipoacusia neurosensoriale cocleare) o nel nervo acustico (ipoacusia neurosensoriale retrococleare). Il deficit varia in base all’entità del danno e alla localizzazione (Ipoacusia neurosensoriale monolaterale o bilaterale)
  • Ipoacusia Mista: in questi casi la causa del danno uditivo coinvolge sia l’apparato di trasmissione (orecchio esterno o medio) del suono che quello di trasduzione (coclea) o trasmissione (nervo acustico).

Spero di averti chiarito le idee su cos’è l’ipoacusia, da me e dallo staff di Audisan è tutto! Ci vediamo al prossimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.